Il Decreto Ministeriale n.55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art.1, commi da 209 a 214.

Il Codice Univoco Ufficio è l’informazione obbligatoria della fattura elettronica che consente al Sistema di Interscambio (SdI) di recapitare correttamente la fattura elettronica; senza tale codice il Sistema di Interscambio procede allo scarto della fattura trasmessa.

Si riportano, di seguito, i Codici Univoci degli Uffici a cui indirizzare, a far data dal 31/03/2015, le fatture elettroniche emesse nei confronti del Comune di Casoli per le diverse tipologie di contratto:

NOME UFFICIO RESPONSABILE CODICE UFFICIO UNIVOCO
SETTORE AFFARI GENERALI Dott.ssa Rita Di Marco H9Y8H4
SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO Dott. Donato Danilo Belfatto XH6KDV
SETTORE TECNICO Arch. J. Ivan Colocrese 2U9LVX
SETTORE POLIZIA LOCALE Avv. Corrado Tomei UECTSJ
SETTORE URBANISTICO – EDILIZIA PRIVATA Arch. Marcello Di Toro 52LX1P
Uff_eFatturaPA Codice residuale assegnato da IPA UF9QT8

Ai sensi dell’art. 25 del D.L. n.66/2014, al fine di garantire l’effettiva tranciabilità dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione, le fatture elettroniche emesse verso la PA, dovranno riportare obbligatoriamente:

  • il codice identificativo di gara (CIG), tranne i casi di esclusione previsti dalla Legge n.136
    del 13 agosto 2010;
  • il codice unico di progetto (CUP) in caso di fatture relative a progetti di investimento
    pubblico.

Si precisa che il Comune non potrà procedere al pagamento di fatture che non riportino i codici CIG e CUP qualora obbligatori.

Menu