Casoli ha sempre svolto un ruolo di primaria importanza nella Valle dell’Aventino a livello agricolo, commerciale ed artigianale per i numerosi operatori economici operanti nei rispettivi settori. Con la nascita del Consorzio A.S.I. Sangro alla fine degli anni settanta e la conseguente creazione di zone industriali a Casoli si sono insediate anche delle aziende operanti in diversi settori industriali che hanno contribuito in modo determinante alla crescita dell’economia locale.
Tra le principali attività agricole spicca per importanza l’olivicoltura. Infatti a Casoli sono presenti ed operanti numerose aziende olivicole che producono un olio extravergine di oliva di elevatissima qualità. Per favorire la maggiore tutela e conoscenza della qualità dell’olio extravergine di oliva di produzione locale, ma anche delle risorse ambientali, paesaggistiche, artistiche e storiche del territorio casolano, il Comune di Casoli dal 2006 aderisce all’Associazione Nazionale “Città dell’Olio” di Monteriggioni (SI) costituita da circa 300 soci tra Comuni, Province, Camere di Commercio e Comunità Montane con territori ad alta vocazione olivicola. Il Comune di Casoli, inoltre, ha stipulato nel 2016 un accordo di collaborazione con l’associazione di promozione sociale “Slow Food Italia” di Bra (CN) per l’attivazione del Presidio Slow Food “Oliva Intosso di Casoli” al fine di valorizzare, promuovere ed incrementare le produzioni della varietà di olivo autoctona “Intosso di Casoli”, con notevoli benefici per l’economia e il turismo locale.

Menu